Quiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii io mi fermo quiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii….

18 Febbraio 2008 35 commenti

www.lineaweb.biz

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

WoW wOw WoW

31 Gennaio 2008 10 commenti
Categorie:Argomenti vari Tag:

ma che titolo e titolo…

30 Dicembre 2007 24 commenti
Categorie:Argomenti vari Tag:

La nuova arrivata e i problemi della casa

2 Ottobre 2007 37 commenti

Varie vicende, private e non, mi sono capitate in questi giorni di assenza dal blog

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

Ho la voce da soprano…

11 Settembre 2007 23 commenti

ieri sera provino col Maestro del coro

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

l’amore passa prima per il letto?

5 Settembre 2007 5 commenti

un saluto a tutti

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

Jolinne goes to London

10 Agosto 2007 8 commenti
Categorie:Argomenti vari Tag:

per chi mi cerca…

17 Luglio 2007 10 commenti

…ad esempio lo zione

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

a pezzi ma contenta

2 Luglio 2007 15 commenti

Finalmente! Un we come lo desideravo da tempo
all’insegna della spensieratezza
in ottima compagnia, senza correre e senza nessuno che ti corre dietro
il we napoletano che da tempo desideravo trascorrere
inizia sabato pomeriggio alle 17,15 insieme alla mia amica Paola e al nostro Mio Capitano (detto fra noi speravamo che ci guidasse lui e invece Paola – romana – si orientava meglio di lui che è napoletano hihihi)
ci siamo incontrati sotto la statua di Garibaldi e da lì in bus fino a piazza Dante risalendo per Port’Alba quindi a piedi per vicoli e vicoletti che incrociano Spaccanapoli
La prima tappa non poteva non essere la mitica pasticceria Scaturchio a piazza S.Domenico Maggiore dove abbiamo consumato il babà (è un rito sacro da fare quando si passa di lì) e visto che era tardi per entrare in musei o chiese ce la siamo presa con comodo, ma veramente con comodo :D
poi ci siamo inoltrati nei vicoli, abbiamo percorso via dei Tribunali, via S.Biagio dei Librai (che è il vero nome di Spaccanapoli), via Nilo, San Gregorio Armeno, piazza… tutto molto pittoresco
la cosa che si notava di più era il contrasto dei palazzi ben tenuti attaccati a palazzi vacillanti
abbiamo camminato tantissimo (non vi dico lo stato delle mie gambe, ancora oggi non ne vogliono sapere di camminare)
poi il Capitano ci ha abbandonate e siamo andate alla ricerca di un posto carino per cenare
abbiamo scelto la Taverna do Re vicino al teatro Mercadante
cena ottima con antipasto ai frutti di mare e un primo, tutto annaffiato con un bel vinello
si è fatto talmente tardi che ho perso l’ultimo bus per tornare a casa
ma la fortuna per una volta è stata dalla mia parte perchè è venuta a recuperarmi un’amica della mia sister che mi ha ospitato da lei
domenica è stato davvero bellissima nonostante le gambe gonfie dal giorno prima
ho incontrato Paola a Piazza S.Domenico e dopo il caffè siamo entrate nella Cappella di San Severo
erano anni che dicevo di volerla vedere ma ogni volta c’era degli impedimenti o era chiusa, questa volta invece sono riuscita ad entrare
è stato emozionante avvicinarsi al Cristo Velato, quel velo sembra vero, tanto che si pensa che per la velatura sia stato utilizzato un sistema alchemico sconosciuto che ha pietrificato un velo vero
e che dire della Pudicizia, del Disinganno e delle Macchine Anatomiche?

e poi ero con Paola che mi spiegava anche il significato di alcune figure nell’arte, cosa desiderare di piu’?
ve lo dico io cosa…siamo a Napoli, quello che ci voleva era una bella pizza come solo a Napoli la sanno fare quindi siamo andate da “I Decumani”
e quando ha iniziato a fare calduccio, un caldo completamente diverso da quello romano, perchè quello romano è appiccicaticcio, ci siamo rifugiate sotto la superficie, “Napoli sotterranea”, l’antico acquedotto che i napoletani utilizzarono persino come discarica e successivamente come rifugio antiaereo durante l’ultima guerra dopo aver ricoperto i rifiuti con uno spesso strato di terra battuta
io ho molto sintetizzato ma li sotto ce ne sono di cose da apprendere, come la leggenda dei “monacielli” o del sangue di Santa Patrizia protettrice delle zitelle…prossima santa a cui mi voterò :P

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Pestata a sangue per un parcheggio

18 Giugno 2007 57 commenti

dal giornale locale della mia provincia :

Pestata a sangue per un parcheggio
La ragazza è arrivata l?altra sera alle 19 con la sua auto davanti al tabaccaio e si è detta anche fortunata perché proprio in quel momento si era liberato un posto per parcheggiare: ha messo la freccia per fare manovra e a quel punto si è accorta che nello stesso posto si stava per mettere anche un?altra autovettura, alla cui guida c?era un uomo di circa 45 anni. La galanteria in questo caso non ha avuto nessuno spazio, anzi: l?uomo è andato su tutte le furie. Probabilmente a quel posto ci teneva parecchio: tanto che ha iniziato ad inveire con rabbia sentendosi vittima di una grossa ingiustizia. A quel punto la strategia della donna è stata quella di ignorare le proteste insistenti dell?automobilista: ha lasciato l?auto nel posto conteso, è scesa e si è recata nel tabacchi per fare degli acquisti. Ma ha ottenuto l?effetto contrario a quello sperato: l?uomo invece di desistere si è ulteriormente innervosito. Ha preso quel suo atteggiamento di superiorità come una seconda dichiarazione di guerra. E guerra è stata: ha aspettato che la donna tornasse indietro per risalire in auto e si è avventato come un ossesso contro di lei. L?ha aggredita con calci e pugni, lasciandola per terra insanguinata. I colpi l?hanno raggiunta al corpo e al volto. La seconda parte della storia si è poi spostata al Moscati: i medici hanno visitato la 23enne e le hanno riscontrato diverse ferite e lesioni, concentrate in gran parte alle braccia e al viso. Per la gravità delle sue condizioni non è stato possibile dimetterla: l?hanno trattenuta in ospedale, ricoverandola per accertamenti nel reparto di neurochirurgia, dove si trova tuttora. Intanto dal drappello ospedaliero è partita la denuncia nei confronti dell?aggressore: è stato identificato ed ora dovrà rispondere di lesioni personali gravi. Un reato che, se confermato anche dai referti medici, potrebbe comportare una pesante condanna: per questo tipo di reato le pene partono dai tre anni di reclusione.

ho postato quest’articolo perchè sono stata testimone di un analogo litigio sabato pomeriggio in un’altra zona della città e sempre per un parcheggio
protagonisti anche in questo caso un uomo e una donna
in questa occasione per fortuna tutto si è risolto con qualche insulto verbale
Sarà colpa del caldo?